Fotografare fuochi d’artificio

Fotografare Fuochi D'artificio

In occasioni molto speciali, gli esseri umani festeggiano con l’esplosione nel cielo di mille polveri, diffondendo nello scuro della notte un mare di mille colori. Quale fotografo non ha avuto voglia di catturare questo meraviglioso gioco di bagliori? Ma di solito questi tentativi sono piuttosto moderati, a causa della scarsa tecnica del fotografo di turno, e delle effettive condizioni tecniche difficili della ripresa di tali immagini.

Vogliamo quindi dare alcuni suggerimenti fotografici per principianti e professionisti e mostrare come ottenere le migliori istantanee di fuochi d’artificio.

L’esercizio rende tecnicamente perfetti

Per prepararsi per la grande festa di Capodanno e catturare le fontane esplosive di luce nel cielo per l’eternità, è essenziale la conoscenza di alcune regole di base e di alcune pratiche fotografiche.
Puoi provare le tue conoscenze teoriche già a casa e portare candele scintillanti o fuochi d’artificio da tavola con l’aiuto dei nostri suggerimenti sull’immagine.

Importante: il tempo di esposizione

L’esercizio più importante è il tempo di esposizione. Prova quali effetti di immagine puoi ottenere con tempi di esposizione diversi. Inizia a 1/125 secondi e poi aumenta gradualmente a 1/60, 1/30, 1/15, 1 secondo e così via. Nel successivo confronto degli scatti, è possibile vedere rapidamente quali impostazioni hanno ottenuto gli effetti migliori.

La lente giusta e l’ubicazione

Con un obiettivo grandangolare puoi catturare un’ampia porzione di cielo e riprodurre facilmente molte delle esplosioni di fuochi d’artificio. Se riesci a valutare la traiettoria dei missili, puoi anche provare a chiudere l’esplosione con un teleobiettivo, realizzando uno scatto di un particolare del fuoco d’artificio.

Poiché lo sparo dei fuochi d’artificio produce molto fumo, è consigliabile sparare il più possibile all’inizio dei fuochi d’artificio. Questo è particolarmente vero in condizioni di assenza di vento. Un’alternativa è offerta anche da posizioni elevate su una collina o una torre. In particolare, i professionisti apprezzeranno anche la sfida di riprendere i fuochi d’artificio sullo sfondo di bellissimi centri storici o castelli. La corretta posizione di registrazione è particolarmente importante.

Un treppiede è essenziale!

Naturalmente, per lunghi tempi di esposizione è necessario un treppiede sicuro è inevitabile. Questo è l’unico modo per evitare immagini sfocate e catturare lunghe luci con colori brillanti. Un otturatore remoto elimina anche il movimento della fotocamera creato dalla pressione del pulsante di scatto sulla fotocamera.

Tempo di esposizione

Anche se hai già sperimentato i tempi di esposizione a casa, ti renderai presto conto che il tempo di esposizione ottimale non esiste. A seconda di quanto a lungo la luce deve essere visibile nell’immagine, è necessario impostare i tempi di esposizione. Per raccogliere più impressioni possibili e scoprire quali effetti ti piacciono di più, puoi giocare con il tempo di esposizione.

Modalità di scatto continuo

Spesso non puoi sapere quando un razzo esplode e mostra i suoi colori. Le immagini in serie si ottengono scattando molti singoli scatti in breve tempo. Per aumentare la possibilità di catturare l’immagine perfetta. Con Photoshop, è possibile combinare in un secondo momento le singole istantanee in uno splendido collage.

Impostazioni della fotocamera per scatti con contrasto elevato

ISO o fotosensibilità

I numeri ISO bassi sono importanti per ottenere immagini prive di rumore. Pertanto, dovresti scegliere la fotosensibilità più bassa possibile per poter ingrandire l’immagine in un secondo momento senza perdita di informazione.

Compensazione dell’esposizione

Per immagini con contrasto elevato con il cielo notturno più scuro possibile, è necessario utilizzare anche la compensazione dell’esposizione. Nonostante il lungo tempo di esposizione, puoi ottenere grandi effetti con una bassa sottoesposizione e illuminare la luce in modo ottimale in un cielo notturno scuro.

Apertura

Un’apertura chiusa assicura che minore luce dispersa possibile ricada nella fotocamera. Con diaframmi tra F10 e F16 solitamente si ottengono buoni risultati. Se le immagini sono troppo scure, puoi anche usare un valore di apertura di F8.

Focus Manuale

Per evitare errori di messa a fuoco nei fuochi d’artificio, l’autofocus dovrebbe essere spento. Impostare l’anello di messa a fuoco manuale su “infinito”, in quanto i soggetti più distanti vengono disegnati in modo nitido dalla fotocamera.

Pubblica foto e collage

Dopo aver scattato le foto, puoi vedere a casa quali istantanee hanno funzionato meglio. Mentre le magnifiche esplosioni possono anche agire da sole come foto, non devi necessariamente cancellare le altre. Con pochi trucchi, i vari scatti (anche quelli meno riusciti) possono essere combinati in un collage impressionante con Photoshop o altri programmi di elaborazione delle immagini. Non lasciare le foto sul computer: stamparle dà molta soddisfazione!

Scegli tra tre, cinque o anche più foto di fuochi d’artificio per creare un’immagine emozionante.

Usa una di queste immagini come sfondo sul quale copiare le altre. Per prima cosa, trasforma il cielo in uno sfondo nero profondo (in Photoshop con la correzione del toner) per illuminare meglio i fuochi d’artificio. Basta fare clic con la pipetta nera nel cielo. Utilizzando i vari livelli, puoi ora inserire le altre immagini e metterle insieme per creare una composizione di successo.

Con questi piccoli trucchi puoi fotografare i fuochi d’artificio correttamente e ottenere risultati professionali. Un po ‘di fortuna è sempre parte del mestiere di fotografo, ma anche se non funziona tutto subito perfettamente – il prossimo fuoco d’artificio arriverà sicuramente.