La luce in fotografia - Fotografo matrimonio Milano | Album, Video nozze | Fotografi degli Sposi

Vai ai contenuti

Menu principale:

La luce in fotografia

Ci sono bravi fotografi e grandi fotografi. Sai dove sta la differenza? Nella luce.
Proprio così: una delle competenze più importanti per un grande fotografo è sapere come usare la luce nelle foto in modo da ottenere il risultato desiderato. Qualsiasi effetto si voglia ottenere nelle fotografie dipende da quale tecnica di illuminazione viene applicata. Di queste ne sono state scoperte diverse e ogni fotografo le conserva nel proprio repertorio, sfoderandole quando serve. Questo naturalmente vale anche nel nostro campo: la luce è il migliore alleato di un fotografo per matrimoni professionista e saperla sfruttare correttamente è ciò che lo distingue da un fotografo amatoriale. Certo, l’esperienza e la giusta attrezzatura sono importantissimi: ma la luce è il cuore della fotografia.

Luce naturale vs luce artificiale: cosa è meglio per il tuo matrimonio?


L’eterna domanda della fotografia: è meglio la luce naturale o quella artificialeQuesto dubbio non assale solo chi lavora nel campo, ma anche molti dei nostri clienti. Infatti sembra esserci sempre un pregiudizio nei confronti di una delle due luci: quella naturale, perché poco controllata, e quella artificiale, perché troppo fittizia. In realtà si tratta di due stereotipi. Perché sia la luce naturale che la luce artificiale hanno una funzione ben precisa e svolgono il loro compito in modo superlativo. Ovviamente a patto che il fotografo sappia come usare la luce nelle foto.

In altre parole non si tratta di quale scegliere tra le due, ma di quale utilizzare in quella circostanza. Va inoltre specificato che benché si faccia questa distinzione, si tratta solo di due macro categorie: un’approssimazione di numerose tipologie di luce. Prendiamo per esempio la luce naturale. Viene spontaneo pensare subito al sole. Il ché non è un errore, ma non si limita di certo a questo. Anche la luce della luna è naturale, così come quella prodotta da una candela, da un caminetto o persino da un incendio. Lo stesso vale per la luce artificiale, di cui ne esistono moltissimi tipi.

Insomma, la fonte di illuminazione impartisce alla fotografia un tono netto. Per questo un fotografo deve sapere come usare la luce nelle foto. In base allo stile e all’emozione che i nostri clienti vogliono ottenere, noi di Fotografi degli Sposi scegliamo quale luce utilizzare, variando a seconda della location, dell’ora e del momento da ritrarre.

Le tecniche di illuminazione da usare in fotografia


Per ottenere un determinato effetto il fotografo deve decidere a che tipo di luce principale esporre il soggetto della foto. Ecco le principali tecniche di illuminazione:

Luce frontale


Ovvero la fonte di luce colpisce il soggetto – direttamente o no – frontalmente e quindi si trova alle spalle del fotografo. Questo crea un effetto con contrasti più pacati, in quanto nella foto ci saranno poche ombre. Inoltre la resa cromatica è più fedele alla realtà, stando attenti a evitare riflessi sulle superfici lucide.

Luce dall’alto


Questo è un tipo di illuminazione con cui conviene avere familiarità, considerando che quasi sempre la luce solare proviene dall’alto. Anche questa è una tecnica molto apprezzata, in quanto delinea molto bene le texture del soggetto.

Luce laterale


Quella che illumina il soggetto lateralmente, è una luce capace di rendere perfettamente la tridimensionalità, con un’ottima resa cromatica e un effetto molto naturale.

Controluce


Qui già entriamo più nel complicato. Usare una fonte di luce alle spalle del soggetto serve principalmente per creare degli effetti d’impatto, aggiungendo profondità alla foto. Non sarà dunque quella più utilizzata, ma esistono circostanze in cui questa scelta è molto gradita dagli sposi, principalmente per ottenere qualche scatto d’effetto.

Nozioni specifiche sul tema, per gli appassionati di fotografia


Per sapere come usare la luce nelle foto è importante conoscere le proprietà della luce. Stiamo entrando più nel tecnico, ma sapere sfruttare anche questi aspetti della luce farà compiere alle tue fotografie quel passo successivo.

La luce ha tre proprietà: assorbimento, riflessione e trasmissione. Questo perché la luce si comporta in modo diverso a seconda dell’oggetto che incontra. Dunque esistono oggetti che assorbono la luce, altri che la riflettono e, infine, alcuni che la trasmettono. È proprio da queste proprietà che dipendono i colori. Se vediamo un oggetto di un colore è perché riflette quel colore e assorbe gli altri.

L’abito della sposa è bianco perché riflette tutti i colori, mentre il vestito dello sposo è nero perché assorbe tutti i colori. Giusto per restare in tema. La maggior parte degli oggetti, quindi, assorbono la luce. Quelli che la riflettono invece sono spesso gli oggetti che percepiamo come luccicanti. Ad esempio una superficie metallica. Diversa è la trasmissione, ovvero quando la luce passa attraverso quello che incontra. Gli oggetti che trasmettono la luce sono quelli che noi consideriamo trasparenti, come una vetrata oppure un bel mare cristallino.
 

Fotografi degli Sposi di


via Solferino, 56 - 20121 Milano
P.Iva: 07819280962

Fotografi degli Sposi di
via Solferino, 56 - 20121 Milano
P.Iva: 07819280962


Numero verde gratuito 800.980.447


Facebook Google Plus Twitter
Torna ai contenuti | Torna al menu