7 modi per distinguere un fotografo di matrimonio professionale da un fotografo improvvisato

Ripresa Professionale Del Fotografo Agli Sposi Che Entrano In Chiesa

Stai organizzando il tuo matrimonio e vuoi sapere come fare a riconoscere un fotografo professionale da uno improvvisato? Continua a leggere questo articolo per scoprirlo: così sarai sicuro di fare la scelta giusta nel momento in cui ingaggi il tuo fotografo per matrimoni.

Infatti non è raro che qualcuno si spacci per un professionista quando in realtà gli mancano tutte le caratteristiche necessarie per definirsi tale. Specialmente in un periodo non facile dal punto di vista lavorativo, in cui molte persone hanno bisogno di reinventarsi e improvvisarsi qualcosa che non sono.

Risultato: hai ingaggiato – e pagato – un amatoriale con una macchina fotografica in mano.

Perché mettere in pericolo il servizio fotografico del tuo matrimonio? Basta un po’ di accortezza e assicurarsi che il fotografo a cui ti rivolgi risponda a questi 7 criteri fondamentali.

Come riconoscere un fotografo di matrimoni professionale

1 Utilizza carta fotografica di alta qualità

L’importanza delle carte fotografiche e della loro qualità è il primo criterio con cui riconoscere un fotografo professionista da uno improvvisato. Questo perché chi non è preparato per fare il fotografo difficilmente ne conosce il valore.

Uno studio fotografico serio come Fotografi degli Sposi invece investe nella ricerca delle carte fotografiche più adatte, ed è così che produciamo album fotografici curati come quelli di una volta, ma con la differenza che le foto sono stampate direttamente sulle pagine, anziché essere semplicemente incollate.

2 Offre un ampio pacchetto di servizi

Su questo sito trovi elencati dei pacchetti studiati ad hoc attorno alle diverse esigenze delle coppie. Si tratta di offerte elastiche e trasparenti, con tutti i dettagli su ciò che è previsto e sul risultato che ti consegniamo.

Quando un fotografo è troppo vago o offre un servizio limitato – probabilmente a causa di una mancanza di preparazione e dell’attrezzatura necessaria – è un chiaro campanello d’allarme.

3 È meticoloso e non ha fretta

Diffida sempre da un fotografo che vuole concludere il contratto in fretta e furia.

Uno studio di veri professionisti dedica ai propri potenziali clienti tutto il tempo di cui hanno bisogno per prendere una decisione e per capire quale sia il servizio fotografico più adatto al loro caso specifico. E tutto questo senza impegno.

4 Conta su un team di professionisti che conosce

Un altro modo per riconoscere un fotografo professionista da uno improvvisato è accertarsi che lavori insieme a un gruppo fidato e conosciuto di professionisti.

Ciascun servizio matrimoniale comporta una serie di attività e preparativi complementari alla fotografia stessa (video, montaggio, luci, ecc.), per cui c’è bisogno di specialisti altrettanto in gamba. Ancora meglio se questo team è solito lavorare insieme e ha sviluppato una sinergia.

Leggi perché è importante lavorare sempre con la stessa squadra.

5 Chiede poco anticipo e fornisce la fattura

Ci sono degli accorgimenti tecnici che possono aiutarti a riconoscere ed evitare i fotografi improvvisati. Innanzitutto, assicurati di rivolgerti a professionisti con partita IVA e che sulla fattura sia specificata la voce “Fotografo” e non fruttivendolo.

Inoltre, è norma chiedere un anticipo non troppo alto quando si avvia una collaborazione. Per esempio noi di Fotografi degli Sposi optiamo solo per il 10%. Chi chiede troppo probabilmente mette già in conto che qualcosa andrà storto.

6 Ha uno studio professionale

Un fotografo che lavora a casa e che ha allestito lo studio nel suo box, tra bici arrugginite e scatoloni, probabilmente non è il professionista di cui hai bisogno per il tuo matrimonio.

Molto meglio uno spazio specializzato – che però non sia un negozio – e attrezzato in modo professionale: insomma, uno studio vero!

7 Ha un ottimo portfolio di lavori

Per distinguere un fotografo professionista da uno improvvisato, chiedi sempre di vedere alcuni dei suoi lavori precedenti. Quello che vuoi trovarti davanti è un’ampia serie di scatti fatti in occasioni diverse e sempre in un contesto ufficiale.

Diversamente, se durante l’incontro ti vengono mostrate le fotografie del matrimonio della cugina, è meglio alzare i tacchi.

Questi sono 7 modi per riconoscere un fotografo professionista da uno che si spaccia tale, ma che chiaramente non lo è. Mi raccomando: tienili a mente quando è il momento di fare la tua scelta.

Nozioni specifiche sul tema, per gli appassionati di fotografia

Uno studio fotografico professionale si riconosce anche dal lavoro di impaginazione e ottimizzazione delle fotografie.

Per ottenere la massima qualità, la stampa dei tuoi scatti deve avvenire con sistema fotochimico professionale e sotto la supervisione di personale esperto. Ma non solo: è anche l’attrezzatura a dover essere all’altezza.

Nella fotografia digitale l’immagine è costituita da un certo numero di pixel, che dipende dal sensore della fotocamera. Più questo è grande, più pixel può contenere, rendendoli meno visibili a occhio nudo. Lo stesso vale per la stampante, la cui risoluzione si misura in dpi (dots per inch) e ppi (points/pixels per inch): più è alta e migliore sarà il risultato.

Ecco perché c’è bisogno di un equipaggiamento professionale ed è bene riconoscere un fotografo professionista da uno improvvisato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *